La resa dei Conti Correnti. Qual è la soluzione?

Il fatto

Non ci sono più pasti gratis, è finita la pacchia. Le banche, da quando Draghi ha applicato i tassi negativi (https://edoardobasaglia.com/cosa-sono-i-tassi-negativi), hanno speso una marea di soldi.

Gli istituti bancari vennero inventati per redistribuire il reddito attraverso un vincolo posto sul denaro depositato e remunerato. Però, se tutti teniamo i soldi fermi su i conti correnti, come possiamo fare girare l’economia? Le banche non possono utilizzarli perché il denaro libero da vincoli non è utilizzabile per i loro business (fidi, mutui, prestiti…); spendono dei soldi a custodirli e in più non guadagnano niente dai conti correnti.

Il cambiamento

Oggi solo alcune banche possono permettersi di non applicare i tassi negativi, per fortuna una di queste è quella per cui lavoro, ma per una questione etica io li applicherei. Non applicandoli si continua a dare la possibilità, al cliente che non guadagna, di lamentarsi. Invece se lasciando i soldi sul conto, iniziasse a vederli scendere (concretamente e non solo matematicamente, per mezzo dell’inflazione) in lui sorgerebbe l’urgenza di informarsi e capire assieme al consulente patrimoniale come affrontare il cambiamento.

La nuova normalità bisogna accettarla e affrontarla, facendo il passaggio da risparmiatori a investitori https://edoardobasaglia.com.

Se i tuoi obiettivi sono quelli di accantonare il patrimonio per i prossimi 10 anni, il quale poi ti servirà per gli studi dei tuoi figli, perché lo continui a lasciare sul conto corrente? Hai rispetto dei tuoi soldi, o no? La soluzione è investire nel lungo periodo con gli strumenti giusti e affidandosi ad un consulente che sappia farvi ragionare. Perché se volete un consulente che vi dia ragione, quasi sicuramente non vi farà mai fare degli affari. https://www.ilsole24ore.com/art/conti-correnti-come-evitare-trappola-tassi-negativi-ACwLiDt

In cocnlusione

Per molti anni il conto non renderà ma costerà. Se non sei soddisfatto, puoi farti dare un circolare e tenerlo in casa, ma per non più di 3 anni. Il problema non sarebbe comunque risolto, inoltre c’è il rischio che lo rubino.

Gli investimenti non sono rischiosi se ti affidi ad un consulente che analizza i tuoi obiettivi di vita e ti investe il patrimonio con un arco temporale tale da raggiungerli.

Affronta il cambiamento, informati, diventa consapevole e vinci le tue paure, perché solo “l’istruzione è l’arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo” cit. Nelson Mandela.

Edoardo Basaglia

Ti piace essere un cliente fra tanti o ti piacerebbe essere IL cliente? Io ti accompagnerò nel cammino verso la gestione e tutela del tuo patrimonio. Accrescerai la tua conoscenza e consapevolezza finanziaria, partiremo dai tuoi obiettivi e pianificheremo la strada migliore per raggiungerli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.